Pubblicato in: Consigli Culinari Politically Incorrect

Dopo Pasquetta

1441215949161.jpg--per_la_prima_volta_il_formaggio_e_di_maiale__e_ha_prezzi_da_record
L’animale guida di molti di noi

È ormai risaputo che i giorni che seguono Pasqua e Pasquetta siano tristi, poveri, e che chi è nato con la fame di default si senta debole e senza forze, perché la sua vera essenza esce fuori solo nei giorni di festa, in cui chi è sazio viene marchiato come traditore e la percentuale che ci scappi il morto è altissima. Ebbene, se sei un puorco come me non devi più temere, puoi andare ancora avanti per un po’: se il tuo casatiello (con i salumi, ovviamente) ha perso vitalità non piangere, non buttarlo (buttarlo proprio mai, è peccato), ma mantieni la calma, taglialo in fette generose, buttalo in un forno e tostalo. Poi, a mo’ di bruschetta chiatta, mettici la carne con la genovese sopra e ciacieati, tra lo sgomento di chi è a dieta e l’ammirazione di chi ha appena assistito a questa Epifania culinaria. Poi mi ringrazierai, fratello Puorco. Sorella Luna.

 

Autore:

Francesco, 25 anni, napoletano di provincia. Attore, appassionato di auto, scrittura, musica e cultore del cibo come mezzo per curare animi feriti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...